All’incombere di una catastrofe ambientale su scala planetaria, chi può salvare il mondo dallo scioglimento dei ghiacci se non i frigoriferi?

Con loro, anche un manipolo di bambini abbandona alla chetichella la città di Leonia, assediata dall’afa estiva e dai rifiuti, per mettersi in marcia verso il Polo Nord.

La scomparsa dei frigoriferi, mettendo alla prova la nostra capacità di “sopravvivenza” nel cuore di una ricca metropoli occidentale, sarà l’occasione per riflettere sul nostro stile di vita e sulla rivoluzione silenziosa che può cominciare dalle nostre cucine.

Valdo scriverà al padre per raccontargli, lettera dopo lettera, le tappe della lunga marcia verso il futuro del nostro pianeta, fino al grande foglio bianco della calotta polare.

Un racconto illustrato che ci coinvolge tutti in quanto tutti possiamo fare qualche passo verso il Polo Nord.